• LA PEDAGOGIA DEL GRATUITO

Da oltre vent’anni la pedagogia del gratuito (PdG) è un nuovo modo di pensare la scuola.

L’elemento caratterizzante è la relazione tra insegnante e alunno, costruita attraverso un atteggiamento improntato ad autenticità ed empatia. L’attenzione è che nessuno si senta giudicato oppure oggetto di pretese, e che la scuola sia un alleato, un luogo “amico”, e diventi un ambiente accogliente come casa propria.

La PdG si realizza con un linguaggio non violento; accoglie ciascun alunno nella sua unicità; accompagna, sostiene ed incoraggia ogni ragazzo nella scoperta dei doni propri e altrui; pone al centro non la prestazione, traducibile attraverso un voto, ma il processo di apprendimento, in modo da suscitare una reale passione per il sapere e la conoscenza.

La valutazione non è pensata come una misurazione, ma come una valorizzazione del ragazzo, che tiene conto della situazione di partenza di ciascuno, delle capacità individuali e dell’evoluzione del processo di apprendimento.

L’errore non viene enfatizzato, ma diventa occasione di miglioramento. L’insegnante è vero educatore, si mette a fianco degli alunni diventando “maestro di vita” capace di accogliere e valorizzare i doni di ognuno.

La passione per il conoscere è condizione per un reale apprendimento, perché non si ferma alla nozione, ma la supera scoprendola significativa per la propria vita. Suscitare questa passione è ciò che ci anima.

La classe è luogo di esperienza, è comunità di ricerca e di vita. Si sta assieme e si lavora, educatori ed allievi, per la passione dell’educare e del crescere, attraverso uno spirito di accoglienza e di cooperazione. Il dono del singolo diviene dono di tutti, il limite del singolo è superato dall’essere insieme.

Gli allievi in situazione di difficoltà costituiscono una risorsa. La risposta alla loro necessità di percorsi, ritmi e relazioni individuali coinvolge la classe, che impara a riflettere sui valori e sui bisogni di ciascuno. Privilegiando i loro bisogni si costruisce una scuola migliore per tutti.

La famiglia è componente essenziale e insostituibile dell’educazione, possiede risorse e competenze che devono essere riconosciute dalla scuola e dalle altre agenzie educative. La nostra scuola si affianca alle famiglie nel cammino di crescita dei bambini proponendo la “Metodologia Pedagogia dei Genitori” www.pedagogiadeigenitori.info